Carlo e Camilla visita in laguna

Visita ufficiale in laguna. Carlo e Camilla: coppia reale a Venezia

La coppia reale d’Inghilterra ha visitato Venezia fra l’attentissimo servizio di vigilanza e i molti curiosi.

PASSAGGIO SOTTO IL PONTE DELLA COSTITUZIONE DI CALATRAVA

Carlo d’Inghilterra, nel corso della sua visita a Venezia, ha visto il Ponte della Costituzione, il quarto che attraversa il Canal Grande, ideato dall’architetto Santiago Calatrava. Non si è trattato di una visita ma di un rapido 
passaggio. E’ arrivato via acqua dall’aeroporto Marco Polo di Tessera al Venezia Terminal Passeggeri per partecipare al convegno “Città sostenibili per una vita migliore”. Gli otto motoscafi del corteo, attraversato un tratto della laguna sono entrati in Canal Grande e percorrendolo sono passati sotto il Ponte della Costituzione. Il Principe di Galles, abito grigio e cravatta con una sobria fantasia nerazzurra, ha fatto ingresso al Venice Terminal Passeggeri sottoponendosi ai flash di decine di fotografi che lo attendevano con trepidazione.

 

L’APPELLO DI CARLO DI INGHILTERRA 

Per il principe Carlo d’Inghilterra, Venezia non deve diventare un “parco a tema storico”. Ne ha parlato al convegno “Città sostenibili per una vita migliore”, al Venezia Terminal Passeggeri. Secondo il principe, si può pensare di sviluppare “le zone post industriali, come la laguna di Venezia, in modo da rispettare la fama della città quale apogeo di architettura ed edilizia”. Il tutto “dimostrando la ricca varietà di espressione negli edifici che deriva da una città sviluppatasi nel tempo e che è, allo stesso tempo, una tradizione vivente ed una città aperta alle diverse influenze culturali e naturali”. “Credo che sia necessario identificare – ha proseguito il
principe – i principi fondamentali che stanno alla base della gloria di Venezia, portandola nell’era moderna ed unendo il meglio del vecchio e del nuovo”. Tutto questo, secondo Carlo d’Inghilterra, alla luce del fatto che “le fondamenta industriali alla base del successo del Ventesimo secolo non possono essere trasferite senza alcun tipo di adattamento al Ventunesimo secolo”. A conclusione dell’evento il presidente del Terminal, Alessandro Trevisanato, ha donato a Carlo d’Inghilterra una statua in vetro di Murano di Archimede Seguso raffigurante un’ancora mentre il presidente del Porto di Venezia, Paolo Costa, ha donato una targa.

 

VISITA DI UN APPARTAMENTO A SAN GIOBBE

Intermezzo molto veneziano per il principe Carlo d’Inghilterra che ha visitato l’appartamento al piano terreno della casa di San Giobbe in Calle delle Beccarie 792. Un’abitazione di impianto seicentesco restaurata dall’amministrazione comunale su progetto di Unesco e The Venice in Peril Fund, presieduto da Lady Francis Clarke, che lo ha guidato nella visita assieme all’assessore comunale ai lavori pubblici. Il principe Carlo, assieme all’ambasciatore britannico in Italia Edward Chaplin, ha conversato con gli inquilini Giorgio Giupponi e Uberta Maso, non prima di aver ascoltato con estremo interesse, per oltre 15 minuti, le spiegazioni sul restauro da parte dei vari tecnici e progettisti che hanno seguito il recupero dell’abitazione. 
“E’ stato un restauro dovuto, dopo l’alluvione del novembre 1966 – ha commentato l’assessore Mara Rumiz  durante il piccolo rinfresco nel giardino sul retro dell’abitazione – ma che anche grazie all’importantissimo contributo di Unesco e The Venice in Peril Fund, ha voluto riportare a Venezia i veneziani che, senza casa, avrebbero dovuto allontanarsi dalla propria città”.
L’assessore ha ricordato che lo stabile, di proprietà del Comune, è stato assegnato a quattro famiglie che avevano già il provvedimento di sfratto esecutivo. ‘Un restauro dunque emblematico – ha concluso l’assessore – in ragione di queste finalità”.

 

LA CURIOSITA’ NELL’APPARTAMENTO DI SAN GIOBBE

Il principe di Galles Carlo Windsor ha ricambiato con gentilezza squisitamente reale l’ospitalità della famiglia veneziana che lo ha accolto nella loro abitazione. A sorpresa, il principe, ha preso in mano il vassoio ed ha offerto i dolciumi agli ospiti veneziani, ringraziandoli per l’accoglienza riservata. Carlo d’Inghilterra, uscito dall’abitazione, è stato accolto dagli studenti della Facoltà di Economia dell’Università di Ca’ Foscari di Venezia. Il principe ha chiesto agli studenti come vadano gli studi e gli esami e ha loro augurato “good luck”.

 

“MARIA STUARDA” AL GRAN TEATRO LA FENICE

Il principe di Galles è ripartito in motoscafo per la visita al Teatro La Fenice dove si è ritrovato con la moglie, la duchessa di Cornovaglia, Camilla, che nel pomeriggio ha visitato la Collezione Peggy Guggenheim. La coppia 
ha assistito alla “Maria Stuarda” di Gaetano Donizetti. L’interpretazione del regista Denis Krief è di un’opera che mancava dalla Fenice da 169 anni., Maria Stuarda è di fatto lo scontro tra due Donne e Regine — Elisabetta d’Inghilterra e Maria Stuarda di Scozia — in balìa dei due poli: l’amore e il potere, che più condizionano l’essere umano

 

di Federica Repetto

Veneto Globale

mensile di attualità, cultura e informazione della Giunta Regionale del Veneto

 

http://www.regione.veneto.it/VenetoGlobale/NewsView.aspx?idNews=479

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi