UFFICIO STAMPA

Michele Riondino sulla cover di Venezia Made in Veneto

È Michele Riondino, padrino della 75.esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, ad aprire il nuovo numero di Venezia Made in Veneto, edito da Gruppo Editoriale e dedicato a quanto di meglio c’è da fare e vedere in città durante questo autunno. Al suo interno i film da non perdere che quest’anno sono passati da una delle mostre del cinema più prestigiose del mondo, ma anche gli eventi culturali più importanti, tra cui quelli legati ai 500 anni dalla nascita di Tintoretto, uno dei più illustri pittori veneziani. Tutto da scoprire il suggestivo itinerario tra le isole della Laguna, per poi puntare gli occhi sull’artigianato con Homo Faber, prima grande esposizione dedicata al meglio dei mestieri d’arte europei. Infine, una selezione dei cocktail ispirati al grande cinema da assaporare a Venezia. Ad ospitare la serata, giovedì 6 settembre 2018, alle ore 19.00, i raffinati ambienti dell’esclusivo Sina Centurion Palace, sul Canal Grande, ospiti dell’evento Paolo Nespoli, Roberto Vittori (ESA), Dylan Mathis (NASA). La serata, in onore del docufilm Lunar City, è realizzata in collaborazione con Salvatore Ferragamo, Diamond Ice Noble Vodka, Franciacorta Unione di Passioni.

Il SINA Centurion Palace, hotel cinque stelle lusso della SINA Hotels, durante la 75a. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (29 agosto – 8 settembre 2018) si è confermato il salotto fashion preferito da personaggi del jet set nazionale e internazionale. Amato dai personaggi del cinema internazionale per l’esclusivo design contemporaneo che si equilibra perfettamente con le architetture ottocentesche di Palazzo Genovese, il SINA Centurion Palace è una delle mete più amate dai Vip e una delle location più ambite per eventi, party privati, premiazioni e cene di gala, durante tutta la durata del Film Festival. Tra le novità di quest’anno la Sala Lounge Campari, dove i Vip saranno coccolati e potranno rilassarsi, inoltre avranno a loro disposizione apposite barche per potersi comodamente spostare in laguna.

Gruppo Editoriale
Venezia Made in Veneto
redazione@gruppoeditoriale.com
www.gruppoeditoriale.com

SINA Centurion Palace
Dorsoduro, 173
30123 – Venezia
Tel +39 041 34281
sinacenturionpalace@sinahotels.com
www.sinahotels.com

 

Music for Peace: Giornata della Pace al Candiani

In un periodo in cui si discute di alzare muri discriminando chi fugge da guerre e povertà, la musica unisce rappresentando il più grande strumento d’incontro tra uomini di culture, religioni e lingue diverse che desiderano vivere in una società multiculturale e multirazziale considerata come un’opportunità di crescita e sviluppo e non come un pericolo. Sono i principi di cui si fanno portatori gli artisti partecipanti alla seconda edizione dello spettacolo “Music for Peace” (www.giornatadellapace.it), iniziativa organizzata dall’associazione no-profit Acting Out English Academy (A.O.E.A.), all’Auditorium Candiani di Mestre giovedì 21 settembre 2017, in occasione della Giornata Internazionale della Pace delle Nazioni Unite.
Sono previsti due spettacoli, uno pomeridiano alle ore 18 e uno serale alle ore 21.  Nel corso della manifestazione, presentata da Claudia Vigato, verranno proposti brani gospel, soul, blues, jazz legati al tema della giornata. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con Confartigianato Venezia e Promovetro, ha ricevuto il patrocinio di UNICEF Italia, Regione Veneto, Comune di Venezia, Mestre Off Limits, Panathlon International Mestre. In particolare, l’UNICEF sarà presente al Centro Culturale Candiani con uno stand informativo sulle sue attività per promuovere il progetto “Per ogni bambino in pericolo”.

Direttrice artistica della manifestazione Joselin St.Aimee, cantante gospel, attrice e presidente di AOEA.  “Gli artisti partecipanti – spiega Joselin – sono cantanti e musicisti di talento legati tra loro da un denominatore comune: sono uomini e donne di religione lingua, cultura e nazionalità differenti che sono riusciti o aspirano a realizzare in Italia la propria carriera musicale contribuendo alla sua crescita a livello artistico-culturale, a dimostrazione dell’importanza di vivere in una società tollerante e aperta”. Ospite d’onore della giornata Harold Bradley, figura leggendaria del panorama gospel italiano e creatore del Folkstudio, che sarà premiato con un’opera astratta realizzata dai maestri della vetreria Tommasi del Consorzio Promovetro. Saranno inoltre presenti le rodigine Foxy Ladies che si sono fatte apprezzare per la loro originalità nell’ultima edizione di “The Voice”, Charles Kablan, finalista di “The Voice” del 2016, il saxofonista e cantante anglo-giamaicano Kenn BaileyWendell 

Simpkins premiato nel 2016 con il Gospel

Music Awards of Italy, Caroline Awaku (gruppo Dynamo di XFactor 2015) e il Venice Gospel Community Choir. Gli ospiti della

serata saranno accompagnati da Michele Bonivento al pianoforte, Luca Amatruda al basso e Carmine 

Bloisi alla batteria.

“Come per la scorsa edizione – conclude Joselin – e proprio perché incarnano perfettamente le finalità della manifestazione, speriamo di poter avere con noi alcuni ospiti 

dei centri di accoglienza presenti nel territorio veneziano per farli

esibire insieme al Venice Gospel Community Choir (VGCC) in una performance canora dall’alto valore simbolico in un periodo in cui grandi conflitti e povertà costringono milioni di essere umani ad abbandonare le proprie terre”. Insieme al VGCC si esibirà anche Dora Barnes Arthur, la quindicenne veronese nata in Italia da genitori ghanesi che vedrà realizzato il suo sogno di cantare in pubblico dopo che questo desiderio le era stato negato dall’organizzatore di un concorso canoro in quanto di colore.

Per sostenere l’iniziativa è stata avviata una campagna di crowdfunding, una raccolta di fondi online indirizzata a persone che si identificano in un progetto, o nelle sue finalità, e in cambio possono scegliere tra varie ricompense (biglietti per lo spettacolo, cd degli artisti partecipanti etc). Per partecipare, basta registrarsi sul sito eppela.com. Per informazioni e biglietti: web, www.giornatadellapace.it; facebook, giornatadellapace; Candiani 0412383111;  cell. 3471295902. FR Media Partner

 

Venezia Made in Veneto e Venice Movie Stars

Cover

C’è attesa e fermento per il consueto Cocktail party organizzato da Venezia Made in Veneto in occasione della 73ema Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. L’evento, rigorosamente su invito, è per lunedì 5 settembre, alle ore 19.30, nelle serre della C.I.G.A. Hotels, la Compagnia Italiana dei Grandi Alberghi, e vedrà la partecipazione di 200 selezionati ospiti che appartengono ai settori della cultura, cinema ed imprenditoria. Gruppo Editoriale – con Venice Movie Stars,Vodka Diamond Ice e Franciacorta Unione di passioni – presenta il nuovo numero di Venezia Made in Veneto giunto al suo sesto anno di vita. Protagonista della copertina, come di consueto, la madrina della Mostra del Cinema di Venezia, che quest’anno ha il volto di Sonia Bergamasco. Nel momento clou del cinema italiano ed internazionale la rivista ha un occhio di riguardo per la Mostra del Cinema vissuta da noti fotografi che continuano a regalarci gli scatti più belli di questo imperdibile Festival. Per la sezione dedicata al fashion si segnalano i servizi dedicati a Louis Vuitton e all’universo di Chanel. Tra art, design & culture di particolare interesse sono gli articoli che parlano del mito di Coco Chanel, Peggy Guggenheim ed il nuovo Fondaco dei Tedeschi. Attenzione viene data al mondo della nautica grazie al Venice Hospitality Challenge. Da non perdere il food & wine tra Bacari on the road ed i cocktail più cool dei divi di Hollywood ma soprattutto gli affascinanti itinerari dedicati a San Marco, Torcello e di una particolare, insolita ed inedita Venezia dall’alto.

White Party in Venice

Alex Vittorio Lana_Salvatore Pisani_Matteo Parigi Bini

“White Party”: straordinario successo per la grande festa in bianco organizzata da Splendid Venice. La serata, alla sua quarta edizione, si è tenuta tra il campiello e la famosa altana che sa regalare forti emozioni grazie allo straordinario affaccio sui tetti della città. Questi sono solo alcuni degli ingredienti che hanno reso magica l’atmosfera: le bollicine italiane, il finger food buffet proposto dallo Chef Massimo Ceccarelli, la musica del DJ Nicola Agostinelli ma soprattutto gli oltre 200 ospiti rigorosamente in white colour con cappello Panama. A fare gli onori di casa è stato Salvatore Pisani (direttore Splendid Venice) affiancato da Matteo Parigi Bini ed Alex Vittorio Lana di “Venezia Made in Veneto” (Gruppo Editoriale). Tante le personalità di spicco presenti: artisti, imprenditori, industriali e la Venezia bene.

cover singola- (1)

La serata è stata inoltre un’importante occasione per presentare il ventesimo numero di “Venezia Made in Veneto”, rivista diventata ormai un punto di riferimento per i veneziani e per chi desidera visitare la città che come Cover Story presenta Kristen Stewart.

BORNA&FILS PER THE VENICE INTERNATIONAL FOUNDATION

Borna Rajic, la stilista di origine croata che vive e lavora a Parigi, aderisce al progetto “Missione Fortuny” pomosso da The Venice International Foundation presieduto da Franca Coin per il restauro di opere di Mariano Fortuny y Madrazo conservate al Museo di Palazzo Fortuny a Venezia, nello specifico il “Modello per il Teatro di Bayreuth” e il grande “Album Progetti Teatro Fortuny”. “Mariano Fortuny – commenta Borna Rajic stilista e fondatrice della casa di moda Borna&Fils– è per me un grande maestro e sono felice di donare il mio abito per poter dare un contributo al restauro delle sue opere”. In occasione della cena dei soci del comitato, in programma sabato 23 giugno a Ca’ Rezzonico, tra i premi della lotteria ci sarà anche una delle creazioni della stilista, che ha recentemente inaugurato il suo Flagship Store Borna&Fils a Venezia con una testimonial d’eccezione: l’attrice Francesca Inaudi.

Si tratta di un abito da donna della collezione primavera/estate 2012, confezionato con il più raffinato shantung di seta pettinato del produttore britannico Thomas Mason, il cui disegno vichy è un elemento distintivo della collezione “URBAN RIDER” di Borna&Fils, con la quale questa giovane casa di moda francese si è presentata in anteprima al pubblico mondiale.

Borna&Fils Venezia Flagship Store
Calle delle Ostreghe, San Marco 2360A
30123 Venezia
http://www.bornaetfils.com

Borna & Fils a Venezia

BORNA & FILS INCANTA CON I SUOI COLORI, LA SUA CREATIVITA’ E LA SUA RICERCATA ELEGANZA

SABATO 16 GIUGNO 2012
APERTURA FLAGSHIP STORE
San Marco 2360, 30124 Venezia

PRESENTAZIONE BORNA&FILS E COCKTAIL ALLE ORE 18.00
TERRAZZA, THE WESTIN EUROPA & REGINA
San Marco 2159, 30124 Venezia

Borna Rajic ha scelto Venezia per il suo esclusivo marchio Borna&Fils. La casa di moda francese, tanto desiderata dalla stilista di origine croata, è stata fondata durante il
Sarajevo Film Festival, nell’estate 2011, per rendere omaggio alla sua “Survival City”, città che ha subito un lunghissimo assedio.

Un tocco di glamour e mondanità si potrà vivere sabato 16 giugno 2012, dalle ore 18.00, al The Westin Europa & Regina. Sinuose modelle sfileranno tra gli ospiti e indosseranno le novità della collezione Autunno/Inverno 2013, già presentata a Zagabria e Pechino
e che durante il giorno si potranno vedere anche nel nuovo Flagship Store veneziano.

E’ una linea che incanterà per la vivacità dei motivi e la moltitudine di colori realizzati dall’eccezionale creatività di Borna Rajic, madre di quattro figli, che abilmente riesce a
garantire anche sensazionali suggestioni emozionali.

Splendidi sono i disegni “flamboyant”, a volte eccentrici, talvolta pieni di energia ma anche così moderni e indefinitamente retrò che seguono un approccio fuori dalla realtà e abbracciano quell’aspetto etereo di esistenza quasi effimera.

E’ Parigi, capitale della moda, dove la stilista vive e crea, quella cornice perfetta che le consente di dare sfogo alle sue incredibili idee e dalla quale riesce a trarre ispirazione perché circondata da profumi e fragranze, colori e nuance, suoni e timbri. La sua fantasia
è stimolata anche dai lunghi viaggi che consentono a questa incomparabile “urban nomad” di dare vita a tessuti e stampe, tagli e stili fuori dall’ordinario, proponendo una collezione
luminosa e bella, fresca e nuova, che fa eco a quella estetica un po’ “vieux siecle” e che difende anche un’eleganza senza tempo.

Borna Rajic è determinata ad andare oltre i confini perché la donna Borna&Fils è forte e bella, fragile e contemporaneamente potente, favolosa e stupenda, sicura di sé perché è in grado di dimostrare nel modo di indossare e nel modo di essere ciò di cui è capace.

La stilista sarà felice di incontrare la stampa nella giornata di sabato 16 giugno, orario da concordare, come anche nel corso dell’evento. E’ possibile organizzare, tra l’altro, un
press trip al nuovo Flagship Store Borna&Fils di Venezia.
Immagini e informazioni sono disponibili anche on line www.bornaetfils.com

Grande Successo dell’evento in omaggio a Elizabeth TAYLOR

Grande successo dell’evento “Omaggio a Elizabeth TAYLOR” organizzato giovedì 1 Settembre 2011 presso la prestigiosissima sede della Biennale di Venezia in Cà Giustinian, nell’occasione della 68a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (La Biennale di Venezia 2011), dal WYLFORD Consortium di Milano e da Marco Eugenio Di Giandomenico, in collaborazione con la Fondazione TERRA ITALIA di Milano (che si occupa, tra l’altro, di valorizzare e promuovere i link culturali tra Italia e USA).

Obiettivo condiviso, e raggiunto, da parte degli organizzatori è stato quello di rendere un bellissimo omaggio alla Diva, a pochi mesi dalla morte, con un docu-film intitolato Elizabeth’s great talent, diretto dal noto regista Giuseppe Falagario e prodotto dal Consorzio WYLfORD, nonché con la presentazione dell’opera “Elizabeth Taylor at work” dell’artista parigina Giusy D’Arrigo, e infine con la mostra di alcune foto inedite della grande attrice, tra cui alcune insieme a Maria Callas, queste ultime gentilmente donate da parte di Bruno Tosi, Presidente dell’Associazione Culturale Maria Callas.

La serata è stata scintillante anche grazie a una scenografia d’eccezione, sapientemente promossa dalla giornalista Federica Repetto (“comunicatrice” sapiente delle eccellenze del Made in Italy, soprattutto per la loro importanza nell’immagine complessiva del nostro Paese nel mondo), cui hanno contribuito Antonia Sautter (costumista e ideatrice de Il Ballo del Doge – il più esclusivo “ballo in costume” del mondo, l’evento glamour tra i più ambiti dal jet-set internazionale, considerato dalla stampa internazionale “una delle prime 10 cose tra le cento da fare nella vita”) che ha esposto alcuni dei suoi più preziosi costumi dedicati alle Regine del passato, della leggenda e dell’immaginazione, nonché Sara Marchi, che ha esposto alcune bottiglie, formato magnum, del Prosecco della sua tenuta Cantina Ruzzini, raffiguranti gli occhi bellissimi dell’attrice quando interpretava Cleopatra (occhi realizzati tramite la tecnica mista, con collage, dal maestro Ludovico De Luigi), e infine Orietta Soldo, che ha esposto i bellissimi gioielli di cui è produttrice, in ricordo della passione sfrenata della Diva per i preziosi.

Grande mattatore della serata è stato Marco Eugenio Di Giandomenico, che ha intervistato i vari personaggi presenti: da Marina Castelnuovo, sosia ufficiale di Elizabeth TAYLOR, di recente coinvolta dalla TV di Stato della Svizzera Italiana nella realizzazione di un docu-film sulla sua vita vissuta in parallelo con quella della grande Diva, a Jgor Barbazza, attore trevigiano noto al grande pubblico soprattutto per le sue performance nella soap opera di Canale 5 “Cento Vetrine”, dal pugile Cristian Sanavia, campione mondiale WBC nella categoria dei pesi supermedi, al pugile Devis Boschiero, astro nascente veneto (il prossimo 6 novembre in competizione mondiale a Tokio), dal ballerino Arduino Bertoncello, noto ai più giovani per il suo ruolo nella trasmissione televisiva “Amici di Maria De Filippi”, all’attrice e conduttrice romana Antonella Salvucci.

Tra gli ospiti anche Armando Fumagalli dell’Università Cattolica Sacro Cuore di Milano che ha effettuato un breve profilo critico della carriera cinematografica della Diva. Insomma un bel paniere assortito di ospiti e vips entusiasti dell’iniziativa, chiaramente conclusasi con un ottimo buffet e con la degustazione dei prosecchi Cantina Ruzzini e dei vini de Le Terre del Gattopardo (vini della nobile tradizione siciliana che è stata stigmatizzata dal film Il Gattopardo di Luchino Visconti).

“Un evento di rara eleganza – ha commentato Marco Eugenio Di Giandomenico – per rendere merito a una grande Diva di Hollywood, amata dai veneziani e dagli italiani, che ha contribuito alla creazione del ponte culturale tra USA e Italia, da sempre foriero di grandi economie e opportunità per il nostro Paese”.

Omaggio a Elizabeth Taylor

Omaggio a Elizabeth TAYLOR

Antonia Sautter con i suoi sfarzosi costumi, Orietta Soldo con i suoi bijoux,
Sara Marchi con la fragranza dei profumi dell’uva

Giovedì 1 settembre 2011, ore 19.00
Ca’ Giustinian sede de La Biennale di Venezia

Elizabeth Taylor è stata una Regina del grande schermo hollywodiano. Ha interpretato personaggi femminili ingabbiati nell’amore, donne passionali e consapevoli dei moti del cuore, disposte a sacrificare tutto per i sentimenti.

Tre donne imprenditrici del Nordest sono partner dell’evento intitolato “Omaggio a Elizabeth TAYLOR”, iniziativa fortemente voluta da WYLFORD Consortium di Milano presieduto da Marco Eugenio Di Giandomenico e che vede inoltre la collaborazione con Fondazione TERRA ITALIA di Milano.

Antonia Sautter, Sara Marchi e Orietta Soldo sono tre straordinarie donne che regaleranno, durante la manifestazione, incredibili incanti e suggestioni, legate alle eccellenze del Made in Italy ed alla loro nell’immagine complessiva del nostro Paese nel mondo.

Antonia Sautter, costumista e ideatrice de Il Ballo del Doge – il più esclusivo “ballo in costume” del mondo, l’evento glamour tra i più ambiti dal jet-set, considerato dalla stampa internazionale “una delle prime 10 cose tra le cento da fare nella vita” – esporrà alcuni dei suoi più preziosi costumi dedicati alle Regine del passato, della leggenda e dell’immaginazione, del mito e dedicata a tutte le Donne che con la loro forza, passione, amorevole attenzione ed intelligenza sono Regine nell’anima proprio come Elizabeth Taylor. Tutte bellissime, brillanti, colte e a volte spregiudicate. “Saranno costumi sfarzosi proprio come quelli indossati anche nei grandi kolossal cinematografici – commenta Antonia Sautter – che si potranno addirittura ammirare in occasione della prossima edizione de Il Ballo del Doge, intitolato Queensessence, in programma sabato 18 febbraio 2012 a Venezia”. Per quanto concerne “Omaggio a Elizabeth TAYLOR” Antonia Sautter celebrerà la bellezza, il glamour, la passione e i sogni delle Regine e delle Donne di ogni luogo ed ogni tempo, tant’è che la sua prestigiosa Sartoria Sautter si è già attivata per realizzare un nuovo costume dedicato a Cleopatra, prendendo come fonte di ispirazione il ruolo della Taylor nel noto film del regista Mankiewicz. Nell’atrio di Ca’ Giustinian saranno invece esposti, durante l’evento, i suoi suggestivi abiti ispirati a Caterina Cornaro, Marie Antoniette, la fantastica ed immaginativa Venezia (che simbolicamente rappresenta la Regina delle Regine) e Caterina II di Russia.

Occhi viola come l’ametista e un fascino che solo poche attrici tra le fortunate dell’Olimpo hollywoodiano hanno saputo replicare. “I adore wearing gems, but not because they are mine. You can’t possess radiance, you can only admire it” (Adoro indossare pietre preziose, ma non perché le posseggo. Non si può possedere la radiosità, si può solo ammirare), “Big girls need big diamonds” (Le grandi donne hanno bisogno di grandi diamanti): queste sono solo alcune delle dichiarazioni che l’attrice Elizabeth Taylor ha rilasciato quando parlava del mondo dei gioielli. Orietta Soldo, produttrice ed esperta di gioielli, ricorderà la passione sfrenata della Diva per i preziosi ed omaggerà alle signore presenti dei cadeaux. Sarà proprio Orietta Soldo a rammentare che da Sotheby’s Richard Burton aveva acquistato la perla Peregrina, di forma a pera e grandi dimensioni, che era stata indossata nel 1500 da Maria Tudor, sorellastra di Elisabetta I. La perla vagò per le corti europee fino ad essere messa all’asta. Fu allora che Burton decise di acquistarla, al telefono, per 37 mila sterline (circa 2 milioni di euro oggi). La fece, successivamente, montare da Cartier su uno splendido collier che fu lo speciale “San Valentino” per la Taylor di quell’anno. Ma, tra le tante curiosità, non potrà non ricordare il diamante di 70 carati, uno dei più grandi al mondo, che è rimasto nella storia con il nome dei possessori: Taylor-Burton.

Il Prosecco ufficiale dell’evento è quello di Sara Marchi, che omaggerà, a conclusione della manifestazione, il Prosecco della sua tenuta, Cantina Ruzzini, che si trova a Conegliano. E’ il caso di dirlo il suo Prosecco “accarezza le campagne tra mare e monti, si aggira instancabile tra vigneti e poderi, resta imprigionata in cantina. Racconta di uomini e di lavoro, di radici e di futuro. Restituisce quanto di unico la nostra terra offre: profumi, sapori, atmosfere. Tutto in una bottiglia”. Sara Marchi porterà, inoltre, in esposizione una bottiglia formato magnum che raffigura, grazie alla tecnica mista con collage realizzata dal maestro Ludovico De Luigi, gli occhi bellissimi della meravigliosa attrice quando interpretava “Cleopatra”. “Non si poteva rendere omaggio a Elizabeth Taylor con una sola bottiglia – spiega Sara Marchi – ce ne saranno altre due che rappresenteranno due splendidi equus surrealisti, sempre a firma del maestro Ludovico De Luigi, riflessati sul violaceo come gli occhi di Liz Taylor che l’artista ebbe occasione di vederli dal vivo”. Entro la fine dell’anno l’imprenditrice Sara Marchi uscirà nel mercato enologico con un “grande vino rosso” che, insieme al Prosecco, diventerà il vino ufficiale de Il Ballo del Doge.

Press & Communication

Federica Repetto Cell. 347 8469719
repettofederica@yahoo.it
www.federicarepetto.info

Le “Suggestioni” dell’evento intitolato “Omaggio a Elizabeth Taylor” sono un’idea di Federica Repetto

OMAGGIO A ELIZABETH TAYLOR DURANTE LA MOSTRA DEL CINEMA

“Omaggio a Elizabeth Taylor” è un evento fortemente voluto dal Wylford Consortium di Milano, presieduto da Marco Eugenio Di Giandomenico, in collaborazione con la Fondazione Terra Italia di Milano. All’iniziativa, voluta per rendere un tributo alla diva di Hollywood, in programma giovedì 1 settembre, alle 19, a Ca’ Giustinian, parteciperanno Bruno Tosi, presidente dell’Associazione culturale Maria Callas (che tra l’altro metterà a disposizione alcune fotografie inedite ritraenti la Taylor insieme a Maria Callas, a testimonianza della loro consolidata amicizia), l’artista Fabrizio Plessi, Giusy D’Arrigo (che presenterà l’opera “Elizabeth Taylor at work”) e il regista Giuseppe Falagario (suo il documentario, prodotto dal Wylford Consortium, “Elizabeth’s great talent”). Federica Repetto, giornalista, affronterà invece il tema delle suggestioni legate alle eccellenze del Made in Italy e alla loro importanza nell’immagine complessiva del nostro Paese nel mondo. In tale ottica dovranno essere visti gli interventi di tre donne imprenditrici: Antonia Sautter (costumista e ideatrice de Il Ballo del Doge che esporrà, per l’occasione, alcuni dei suoi più preziosi costumi dedicati alle Regine del passato, della leggenda e dell’immaginazione), Sara Marchi della tenuta Cantina Ruzzini (che porterà, tra l’altro, una bottiglia, formato magnum che raffigura, grazie alla tecnica mista con collage realizzata dal maestro Ludovico De Luigi, gli occhi bellissimi della meravigliosa attrice quando interpretava Cleopatra) ed Orietta Soldo (produttrice ed esperta di gioielli che ricorderà la passione sfrenata della diva per i preziosi). Tra gli ospiti è confermata la presenza di Marina Castelnuovo, sosia ufficiale di Elizabeth Taylor. E, per rimanere in tema di “grande” cinema è prevista anche una degustazione dei vini de Le Terre del Gattopardo (vini della nobile tradizione siciliana che è stata stigmatizzata dal film Il Gattopardo di Luchino Visconti) che sarà affiancata anche da un’ottima degustazione di Prosecco offerto dalla tenuta Cantina Ruzzini.

Marina Resort Punta Gabbiani: l’eccellenza della ristorazione

Nella splendida laguna di Marano, tra Venezia e Trieste, al riparo dai venti e dalle mareggiate, il complesso nautico Marina Punta Gabbiani Aprilia Marittima si presenta come base ideale per la nautica da diporto nell’Alto Adriatico e come centro di benessere e di privacy preziosa. Una darsena di 300 posti barca, da 12 a 25 metri, con dotazioni complete, un ampio piazzale con pontili sopraelevati a servizio di un attrezzatissimo dry marina per imbarcazioni da 7 a 15 metri, piscine, vasche idromassaggio, parco giochi, ristorante ed ogni tipo di servizio integrato, fanno di Marina Punta Gabbiani uno dei centri nautici più efficienti d’Europa.

Il Bar & Restaurant Punta Gabbiani è gestito da Luigino Cassan, già Maitre di alberghi di lusso e dell’Orient Express. Da diciassette anni è l’Amministratore de La Dogaressa Catering & Banqueting realtà tutta veneziana, nonostante egli vanti origini friulane. La Dogaressa Catering & Banqueting annovera tra la propria clientela nomi importanti del gotha della finanza, dell’imprenditoria, della politica, della cultura, della moda e del cinema. E’ il caso di Robert De Niro, Jeremy Irons, Julian Schnabel, Naomi Campbell, Steve McQueen. Robert Polet, presidente di Gucci Group, ha voluto Cassan per le edizioni lagunari del Gucci Award a Palazzo Grassi, così dicasi per Jaeger Le Coutre, curatori ed artisti di Biennale Arte e Biennale Architettura e del comitato per la salvaguardia Venice Foundation. Tutti sono affascinati dall’estro, dal talento, dalla bravura, dalla serietà e dall’innata professionalità di Luigino Cassan e dei suoi collaboratori. Impegno e continua ricerca: queste in sintesi gli ingredienti che hanno permesso a Luigino Cassan di imporsi in un settore creando una nicchia d’eccellenza nel mondo della ristorazione.

PUNTA GABBIANI BAR & RESTAURANT
Viale Aprilia Marittima
Latisana Marittima (Ud)
puntagabbiani@ladogaressa.it
www.ladogaressa.it
cell. 335.7636507

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi