UCSI Unione Cattolica Stampa Italana

Festa di S. Francesco di Sales: patrono dei giornalisti

Sabato 25 Gennaio a Venezia: festa di S. Francesco di Sales, patrono dei giornalisti, dedicata al precariato. Con il patriarca Moraglia, anche il vaticanista del Sole 24 Ore Carlo Marroni e per la prima volta una freelance: Amalia De Simone Venezia, 24 Gennaio – “Precarietà del lavoro, precarietà della vita” è il tema della festa del patrono dei giornalisti S. Francesco di Sales che riunirà domani, Sabato 25 gennaio a Venezia, i giornalisti con il patriarca mons. Francesco Moraglia.

Sarà presente quest’anno il giornalista e vaticanista del Sole 24 Ore Carlo Marroni che sostituisce in extremis il direttore Roberto Napoletano, inizialmente previsto e annunciato ma trattenuto a Roma da un importante impegno istituzionale.

Il programma prevede alle 11 la celebrazione della Messa presieduta dal patriarca nella Basilica di San Marco e alle 12, nella vicina Sala S. Apollonia (Castello 4309), un momento di riflessione e dibattito sul tema della precarietà e sui riflessi che la precarietà comporta per le scelte e la vita delle persone nello scenario della crisi economica generale, e di quella del giornalismo in particolare.
Un problema che l’Ordine dei giornalisti del Veneto affronta da anni e che trova ampio spazio nel ministero del patriarca di Venezia: di qui, la condivisione nella scelta del tema per l’incontro di
quest’anno.

L’incontro, condotto dal giornalista Giorgio Malavasi, vedrà l’intervento del vaticanista del Sole 24 Ore Carlo Marroni e quello del tutto inedito di una giornalista precaria: Amalia De Simone, free lance campana, direttrice di Radio Siani e impegnata sul fronte della lotta alla camorra.
Entrambi si confronteranno con il patriarca Moraglia.
L’incontro, promosso dall’Ufficio Stampa e Comunicazioni sociali del Patriarcato di Venezia insieme all’Ordine dei giornalisti del Veneto e alla sezione veneziana dell’Ucsi, è aperto a tutti i giornalisti.

RINNOVATO IL CONSIGLIO DELL’UCSI VENEZIA

RINNOVATO IL CONSIGLIO DELL’UCSI VENEZIA PER IL PERIODO 2012-2014
RICONFERMATO REPETTO ALLA PRESIDENZA

Il giornalista professionista Mario Repetto, già direttore regionale dell’Ansa e coordinatore per i Balcani e di Alpe Adria della prima agenzia di stampa italiana, è stato riconfermato alla presidenza dell’Unione Cattolica Stampa Italiana della provincia di Venezia. Il Consiglio direttivo è invece così composto: Vicepresidente è Gianfranco Trabuio (pubblicista, cultore di storia medievale, è stato docente di statistica all’Università di Venezia e di Padova); Segretario e rapporti con i Media è Federica Repetto (giornalista professionista che ha curato la comunicazione per aziende e manifestazioni) si occuperà anche dei nuovi ingressi in Ucsi, dei giovani e, dell’organizzazione di eventi culturali; Tesoriere è Giobatta Bianchini, pubblicista (già Consigliere Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto, già Presidente di Ucsi Venezia, già ufficio stampa della Provincia di Venezia). Il Consiglio direttivo è stato eletto, giovedì 13 dicembre 2012, alle ore 12.00, dall’Assemblea dei soci, riunita presso la sede dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto. Il mandato del Presidente e del Consiglio rimane in carica fino al 2014. L’Ucsi ha sede a Roma ed è presente sul territorio con Comitati regionali e delegazioni provinciali; conta 3 mila soci.

Venezia celebra la Madonna della Salute

Migliaia i cittadini, oggi, 21 novembre, che sfileranno davanti all’altare maggiore dell’imponente Chiesa della Salute a perpetuare il secolare vincolo di gratitudine che lega la città alla Vergine Maria. E’ il caso di dirlo la Festa della Salute è sicuramente quella dall’impatto meno “turistico” che evoca un sincero sentimento religioso popolare. Era il 1630, più di mezzo secolo dopo la terribile pestilenza del 1575-77, quando il morbo si abbatté nuovamente su Venezia. Il doge fece voto di erigere una chiesa intitolata alla Salute, chiedendo l’intercessione della Vergine Maria per porre fine alla pestilenza. La progettazione venne affidata a Baldassarre Longhena, il cui progetto rispondeva alle esigenze di grandiosità richieste dalla Serenissima: una chiesa che doveva esaltare la Vergine e al tempo stesso la Repubblica. La basilica fu consacrata nel 1687.Migliaia di persone percorreranno il ponte votivo, su barche, un vero e proprio pellegrinaggio alla chiesa della Salute per rendere omaggio alla Madonna e ad accendere un cero affinché interceda per la loro salute. Tra le curiosità si segnala che si chiama “castradina”, pietanza molto saporita a base di carne di montone, il piatto tipico che si usa consumare a Venezia il giorno della Salute.

Festa dell’Immacolata a Venezia. Cappella Marciana e Sara Mingardo in concerto per AVSI

La Basilica dei Santi Giovanni e Paolo, Pantheon di Venezia, si prepara ad ospitare il Gran Concerto per l’Immacolata edizione 2010, che si terrà mercoledì 8 dicembre alle ore 17.

L’evento vedrà per la prima volta assieme la Cappella Marciana, diretta dal maestro Marco Gemmani, e il contralto Sara Mingardo, una dei più ricercati interpreti della scena musicale di oggi. In programma musiche di Bach, Bruckner, Gabrieli, Haendel, Merula, Monferrato, Rachmaninov e De Victoria.

Il Gran Concerto per l’Immacolata è promosso da AVSI Venezia come apertura della Campagna Tende, in collaborazione con Centro culturale S. Tommaso d’Aquino, Collegium Tarsicii, Scoletta S. Lorenzo Giustiniani e presidenza provinciale dell’Unione Stampa Cattolica, e con il sostegno di numerosi partner pubblici e privati.

L’incasso sarà interamente devoluto a sei importanti interventi della Fondazione AVSI (Associazione Volontari Servizio Internazionale):
un centro educativo in Haiti per bambini e le loro famiglie;
una scuola secondaria in Kenya, per far crescere una generazione;
la riqualificazione delle acque irrigue in Libano, per dare futuro agli agricoltori;
la ricostruzione di una scuola in Cile crollata col terremoto;
una università in Sud Sudan che insegna a diventare maestri;
il sostegno a distanza per ragazzi adolescenti in scuole secondarie e professionali di Uganda e Kenya per investire nel futuro delle nuove generazioni.

Al concerto interverrà Maria Teresa Gatti, direttrice Knowledge Management di AVSI.

I biglietti (posto unico € 20) sono in prevendita nel circuito BoxOffice, sul sito http://www.boxol.it, nelle Librerie San Michele e Studium e presso la Basilica sede del concerto.

Schede dettagliate sui singoli progetti nel sito ufficiale http://www.avsi.org, alla voce “le Tende”.

Info: Sandro Cabassi, cell. 334-8888132, avsivenezia@gmail.com

* * * * * * * * * *

Fondazione AVSI
È un’organizzazione non governativa, onlus, nata nel 1972. La sua missione è promuovere la dignità della persona attraverso attività di cooperazione allo sviluppo, con particolare attenzione all’educazione, sanità, cura dell’infanzia in condizioni di disagio, formazione professionale, sviluppo urbano e sicurezza alimentare, ambiente e micro imprenditorialità. Oggi AVSI è presente con 1.200 operatori in 40 Paesi in Africa, America Latina, Est Europa, Asia, Caraibi e Medio Oriente. Nella sola provincia di Venezia, 350 famiglie contribuiscono, con il “Sostegno a distanza” di AVSI, alla crescita di altrettanti bambini in Africa e America Latina.

Cappella Marciana
Vasta è la notorietà nel mondo della Cappella Marciana, una delle istituzioni musicali più antiche e la più ricca di repertorio proprio, grazie alla produzione degli oltre 140 maestri che si sono succeduti alla sua direzione. La Cappella Marciana è uno dei simboli viventi della tradizione artistica occidentale. Il coro accompagna le celebrazioni liturgiche nella Basilica di San Marco: qui esegue musica che nasce nella liturgia e per la liturgia di un luogo unico, dove preghiera e diplomazia, Stato e Chiesa, concorsero nel tempo a promuovere esperienze artistiche e musicali che hanno arricchito non solo Venezia ma il mondo intero.

Sara Mingardo
La cantante mestrina è una delle rarissime voci di autentico contralto della scena musicale odierna; collabora stabilmente con i migliori direttori d’orchestra e con le principali orchestre internazionali, tra cui Berliner Philharmoniker, London Symphony Orchestra, Boston Symphony Orchestra, Orchestre National de France. Di particolare rilievo anche la sua collaborazione con Rinaldo Alessandrini e Concerto Italiano, che l’ha vista esibirsi nei più importanti teatri italiani ed esteri. Nel 2001 ha ricevuto un Grammy Award per Les Troyens di Berlioz. L’Olimpiade di Vivaldi, così come l’Orfeo di Monteverdi, sono stati premiati con il Diapason d’or rispettivamente nel 2003 e 2007.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi